Regina Amalia Augusta di Sassonia

csm_Koenigin_Amalie_Auguste_01_d49674a6e1_logo-watermark-schloesserland_c617d3d69fNel XIX secolo la Regina Amalia Augusta (1801-1877) si ritirava spesso insieme al marito Re Giovanni I di Sassonia (1801-1873) nell’idilliaco Castello Weesenstein.
Dal loro matromonio molto armonioso nacquero ben nove figli, di cui due diventarono a loro volta Re di Sassonia, Alberto e Georg.. Ancora oggi si conserva al castello l’appartmaneto originale arredato, dove Amalia Augusta e Re Giovanni trascorsero momenti sereni della loro vita di coppia.

csm_Weesenstein-Schloss-Burg-01_b2536b47e1_logo-watermark-schloesserland_46d726d0d7Nel suo castello preferito, lo studioso e poliglotta Giovanni infatti realizzò la sua traduzione della “Divina Commedia” di Dante prima di diventare a sua volta Re di Sassonia. Qui si ritirava nella quiete del castello e della natura per studiare e scrivere anche dopo la sua nomina a Re.

Da oltre 700 anni il castello si erge a picco sulla valle del fiume Müglitz, subendo attraverso i secoli numerose modifiche, parzialmente abbattuto e ricostruito seguendo il gusto e lo stile delle diverse epoche, ragion per cui vi si trovano elementi stilistici che spaziano dal gotico al classicismo.
Un castello unico nel suo genere, che grazie alle sue diverse fasi di costruzione può quasi esser definito “un castello capovolto” cresciuto dall’alto verso il basso sfruttando la posizione sulla roccia. Tanto pe citare alcune curiosità: le stalle al quinto piano, le stanze del XVII e XIX secolo con le loro preziose tappezzerie al piano sotto la cantina, mentre le finte finestre (infatti ogni terza finestra risulta solo dipinta) confondono i visitatori. Un po’ labirinto, un po’ castello incantato.csm_Weesenstein-Schloss-Burg-02_07493d90ab_logo-watermark-schloesserland_df3a5e764c

Una passeggiata rilassante nel parco del castello realizzato in stile francese e completamente restaurato dopo la disastrosa alluvione del 2002, uns sosta al ristorante “Königliche Schlossküche” (Cucina reale) oppure una buona birra fresca non filtrata prodotta nella cantina-microbirreria del castello, la rinomata e gustosa “Weesensteiner Schloßbräu”, le cui tradizioni risalgono fino al XVI secolo, rendono una gita a Weesenstein indimenticabile.

(Fonte testi e foto: http://www.schloesserland-sachsen.de)
Annunci

One thought on “Regina Amalia Augusta di Sassonia

  1. Pingback: Marzo, mese delle donne (4) | Sassonia - Viaggi & Cultura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...