18° Notte Bianca nei musei a Dresda

dresdner-museumsnachtDonne forti e giardini indiani – la NOTTE BIANCA NEI MUSEI A DRESDA

Il 17 settembre 2016 dalle 18 all’1 di notte sarà possibile immergersi nel panorama museale di Dresda e dintorni. Ben 47 musei a Dresda danno vita alla 18° edizione della NOTTE BIANCA NEI MUSEI A DRESDA invitando alla scoperta e all’ispirazione delle loro collezioni.

L’attività principale dei musei è quella di collezionare, conservare ed esporre.  Così il Museo Civico (Stadtmuseum) presenta singoli pezzi delle sue esposizioni, al Museo dei Trasporti (Verkehrsmuseum) saranno alcuni “pezzi prediletti”, al Castello Residenziale (Residenzschloss) invece “pezzi straordinari” . Nelle Collezioni Tecniche (Technische Sammlungen) gli oggetti esposti racconteranno gli ultimi 50 anni di storia. E naturalmente in molti musei saranno i maestri del restauro e i curatori a dialogare personalmente con il pubblico.

La lista e le proposte dei musei partecipanti è così lunga e varia come il panorama museale di Dresda. Continua a leggere

La città si festeggia con CANALETTO

2015-08-16_22-01-56

Fuochi d’artificio @Michael Schmidt

810 anni e non li dimostra! Dal 19 al 21 agosto Dresda festeggia il suo compleanno e lo fa con tanto di musica, feste per tutti i gusti e tutte le età, grande atmosfera, eventi, concerti, bontà da gustare, mercatini e bancarelle, variopinta, con allegria, fuochi d’artificio, parata storica e parata sul fiume, sport e divertimenti.

Patrono per questo straordinario weekend è “Bernardo Beloto deto Canaleto” come lui stesso soleva firmarsi nelle sue famose Vedute di Dresda. Sí, proprio lui, il famoso Bernardo Bellotto detto Canaletto, nipote di Antonio Canal, che nel 1747 giunse a Dresda come pittore alla corte di Augusto III e qui visse ben 11 anni, dipingendo, “fotografando” nei suoi dipinti la splendida città di Dresda e i suoi dintorni sulle rive del fiume Elba, e mettendo su famiglia. Ed è proprio una delle sue inquadrature più famose, la “Veduta di Dresda dalla riva destra dell’Elba”, da molti semplicemente definita come la “veduta del Canaletto” con il prospetto  di palazzi e chiese di Dresda  riflessi nell’Elba, apparentemente allineati sul ponte di Augusto e sulle mura rinascimentali della città.

Veduta Canaletto al tramonto

Veduta del Canaletto @Corinna Fiedler Vascotti 

Giunta ormai alla sua 18° edizione, la festa è pronta per accogliere  ben oltre mezzo milione di visitatori. Propone più di 20 siti e 9 palcoscenici, tra relax, diveritmenti, allegria, da un lato e dall’altro del fiume e distribuiti in tutta l’area del centro città.

È festa dovunque! Ce n’è per ogni età e per tutti i gusti, per famiglie e bambini, per amanti del folk e delle atmosfere medievali, mercati e bancarelle, concerti di musica leggera, rock e pop, musica classica, attività sportive e outdoor, spettacoli di danza e teatro, pittoresca parata storica, quest’anno in occasione del giubileo 800 anni Kreuzchor.

dresdner-stadtfest-2011-34

Festa di Dresda

Senza dimenticare la tradizionale parata dei battelli storici sull’Elba (quest’anno c’è sufficiente acqua sotto la chiglia!) e le macchine a vapore sul lungofiume per la Festa dei piroscafi.
A coronare il tutto naturalmente gli spettacolari fuochi d’artificio che illuminano la notte concludendo la festa domenica alle 22:00!

Da non perdere:

  • Piazza del Teatro, sabato 19 agosto alle ore 19:00, concerto di apertura della festa open air con il Kreuzchor (coro della croce) davanti alla Semperoper, per inaugurare e celebrare gli 800 anni del lo storico coro di voci bianche;
  • Parata storica “Kreuzgang”, domenica 21 agosto  da Piazza del Teatro fino a Piazza del Mercato Vecchio passando per Postplatz, in occasione del giubileo 800 Kreuzchor e Chiesa Kreuzkirche (Chiesa della Croce);
  • “Dresden Entencup” ovvero la gara delle anatre di Dresda sul fiume Elba, promosso dai Lions Club di Dresda, domenica 21 agosto alle ore 15.15 appuntamento per tutti e in particolare per bambini e famiglie;
    • Spettacolari fuochi d’artificio, conclusione della festa, domenica 21 agosto alle ore 22:00.

      Volete vedere di più? Andate direttamente sul sito della festa http://www.dresdner-stadtfest.com
      oppure su Facebook https://www.facebook.com/DresdnerStadtfest/

Per il Blue Time alla Volta Verde

ee2884b8ed10 anni Volta Verde Storica a Dresda

Dall’8 luglio 2016 apertura speciale serale ogni venerdì dalle ore 18 alle ore 20 al prezzo unico di 15,00 €, inclusa visita guidata alla Nuova Volta Verde

Il 15 settembre ricorre un importante anniversario:
10 anni fa, nel 2006 riaprì la Vola Verde Storica dopo anni di restauro e ricostruzione nelle storiche sale al piano terra del Castello Residenziale di Dresda, dopo 67 anni dalla sua chiusura. La Volta Verde Storica e la Nuova Volta Verde, aperta nel 2004 al primo piano del Castello Residenziale , formano insieme la Volta Verde.

In occasione del giubileo le Collezioni di Stato a Dresda offrono un’apertura speciale serale con visite guidate: a partire dall’8 luglio fino alla fine dell’anno la Volta Verde invita ogni venerdì dalle 18 alle 20 ad una visita serale delle esposizioni, oltre i normali orari di apertura del museo. Lo speciale biglietto per il giubileo della Volta Verde viene proposto ad un prezzo unico assolutamente straordinario di soli 15,00 € sia online che alle casse del castello, senza riduzioni né supplementi.
Il prezzo speciale include anche una visita guidata di 1 ora alla Nuova Volta Verde in tedesco e in inglese* mentre alla Volta Verde Storica la visita resta individuale con audioguida inclusa nel prezzo.
lingue straniere solo su prenotazione!

L’iniziativa sta incontrando un tale successo tra i visitatori che la direzione delle Collezioni di Stato a Dresda ha deciso di prolungare questa straordinaria proposta a tutto il 2017.

Il Principe Elettore Sassone e Re in Polonia Augusto il Forte fece allestire la Volta Verde tra il 1723-1729  facendola diventare un museo a carattere di rappresentanza e invitando ospiti da ogni parte del mondo. Nella II guerra mondiale le storiche sale della collezione furono gravemente compromesse, i capolavori esposti invece erano stati preventivamente allontanati e con ció quindi salvati.

Da dieci anni la Volta Verde, a differenza del suo allestimento precedente all’avvio della II guerra mondiale, si presenta ai visitatori in due esposizioni: la Nuova Volta Verde attira lo sguardo su un gran numero di straordinari pezzi esposti in vetrine climatizzate, doppiamente antiriflesso, appositamente sviluppate per le Collezioni di Stato di Dresda. Un sistema di illuminazione strategico permette una percezione unica dei capolavori, tra cui pezzi rinomati come il nocciolo di ciliegio, “La corte di Delhi nel compleanno del Granmogul Aureng Zeb” di Dinglinger, e non ultimo il diamante verde di 41 carati. Una presentazione altamente considerata a livello internazionale.

Nelle sale della Volta Verde Storica al piano terra invece si entra letteralmente in un capolavoro barocco: attraversando le porte di sicurezza e climatiche, chi entra nelle sale storiche riaperte dieci anni fa, si accinge ad un viaggio nel tempo nel XVIII secolo. In armonia con la festosa architettura si presentano circa 3000 capolavori dell’arte orafa e di giolielleria, così come preziosi in ambra, avorio, recipienti in pietre preziose colorate, statuine di bronzo di grande bellezza, cristalli di rocca riccamente decorati, conchiglie e uova di struzzo allestite su mensoline davanti ad ampie pareti rivestite di specchi. Solo nella sala dei gioielli ricostruita, collocata sul lato interno verso la corte, il Tesoro  di Stato Sassone si presenta in vetrine perfettamente illuminate.

La famosa stanza dei tesori è un attrazione per i visitatori di richiamo mondiale come poche altre. Un simbolo di Dresda che attira oltre ai numerosi turisti anche personaggi illustri della politica, dal mondo dell’economia, dello sport e della cultura. Da sempre la Volta Verde è stata anche un luogo della diplomazia: uno dei momenti culmine degli scorsi anni è stato l’incontro di Barack Obama con la Cancelliera Angela Merkel alla Volta Verde Storica in occasione della prima visita in Germania del Presidente degli Stati Uniti.

 

Il sentiero dei pittori

Alla scoperta del “Sentiero dei pittori” (Malerweg) nella Svizzera Sassone, un suggestivo percorso che fin dai primi del XIX secolo ha attratto famosi pittori, disegnatori e i loro allievi studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Dresda, tra cui Caspar David Friedrich, Anton Graff, Adrian Ludwig Richter e numerosi altri.

Seguite il link e lasciatevi trasportare dalle immagini:

Il sentiero dei pittori nella Svizzera Sassone

cropped-sc3a4chsische-schweiz-13.jpg

Dresden Musik Festival — Sassonia Turismo Blog

Farsi guidare dalla musica è uno dei modi più ispirati ed intensi di vivere la Sassonia, i suoi luoghi e i suoi simboli. Uno degli eventi più attesi dell’anno musicale di Dresda è il Dresden Musik Festival, dal 5 maggio al 5 giugno 2016. Gli ospiti scopriranno le bellezze della città avendo per guida un “Caronte” davvero speciale: la…

über Dresden Musik Festival — Sassonia Turismo Blog

Fra poche settimane Dresda e la Sassonia si accendono di musica, non solo classica, bensì anche di Jazz vecchio stile. Il Dresden Musik Festival è ormai diventato un istituzione e attira migliaia di appassionati ed estimatori della musica classica, raffinata, tradizionale e moderna, ce n’è per tutti i gusti.

Tour nelle bollicine di Wackerbarth — Sassonia Turismo Blog

Il castello di Wackerbarth si trova non lontano da Dresda e Meissen, precisamente abbracciato a Radebeul, piccola e pittoresca cittadina sassone, famosa per la più antica produzione di vino brut della Sassonia. Lo stile barocco del castello, il giardino, le vigne e le colline che si estendono tutte intorno alla residenza offrono uno spettacolare paesaggio…

via Tour nelle bollicine di Wackerbarth — Sassonia Turismo Blog

Porcellana Meissen 100 anni museo

IMG_20160322_151350Avete già visto tutto e ormai la Manifattura di Meissen non vi riserva più sorprese?
In occasione del centenario dall’apertura e allestimento della storica sala espositiva di Meissen, riapre dal 24 marzo 2016, il primo piano dello storico museo.
Dalle origini ad oggi, la nuova mostra racconta la storia in migliaia di immagini e pezzi di porecellana di stupefacente bellezza.
Attrazione particolare è l’allestimento di un bestiario di oltre 200 animali di porcellana creati in epoche diverse, che stimolarono la fantasia e creatività plastica degli artisti in particolare nel XVIII e XX secolo.

IMG_20160322_154635Dagli animali da palazzo, voluti a suo tempo da Augusto il Forte, ad animali da zoo e domestici in divertenti atteggiamenti, all’oroscopo cinese, ce n’è per tutti i gusti ed entusiasmano grandi e piccini.

Lasciatevi sorprendere, stupire, incantare e catturare alla scoperta di un mondo in figure, scene ed impressioni, ritratto in porcellana di Meissen!

Galleria immagini

I nostri più belli con una nuova ala!

 Finalmente! Nuova esposizione ad interim della Galleria Antichi Maestri

GAM-FlügelIl primo grande passo è compiuto: il restauro dell’ala est della Galleria Antichi Maestri a Dresda è stato completato.
L’ala dell’edificio appena restaurata e allestita ha aperto i suoi battenti per i visitatori e appassionati. Mentre sono partiti già i lavori nell’ala ovest per un restauro generale,
è possibile nel frattempo visitare il nuovo allestimento ad interim della rinomata collezione appena riaperta.

Continua a leggere

Il nuovo Gabinetto Numismatico di Dresda

SKD-Mu¦ênzkabinett-56073-300x216Il Gabinetto Numismatico delle Collezioni di Stato di Dresda – la nuova camera del tesoro per il Castello Residenziale di Dresda

Con i suoi quasi 300.000 oggetti il Gabinetto Numismatico di Dresda rappresenta una delle più grandi e antiche collezioni numismatiche universali in Germania e di importanza europea. Dopo la chiusura della collezione permanente all’Albertinum nel 2004, ecco che finalmente il 7 giugno 2015 il Gabinetto Numismatico apre nel Georgenbau del Castello Residenziale di Dresda in un’esposizione permanente di nuovissima concezione, Continua a leggere

“Gläserne Manufaktur” di Dresda, elogio alla perfezione

VW-Manifattura TrasparenteA dominare la Strassburger Platz di Dresda è dal 2001 il complesso della “Gläserne Manufaktur”, la cosiddetta Manifattura Trasparente realizzata dalla casa automobilistica Volkswagen.
Qui viene prodotta, ovvero manualmente assemblata, l’automobile di lusso VW Phaeton, il cui nome ispira al figlio della divinità greca Helios. Il modello Phaeton viene prodotto su misura per soddisfare i desideri di ogni cliente, prestandosi anche a splendida macchina di rappresentanza.

Continua a leggere